Follow us on:  

LAGO D'ISEO


Il Lago d’Iseo, detto anche Sebino, è uno dei principali specchi d’acqua dell’Italia Settentrionale.
Incastonato tra le province di Brescia e Bergamo, in un territorio che comprende la Valcamonica e la
Franciacorta, ospita la più estesa isola lacustre naturale di tutta Europa, Monte Isola.

I primi segni di vita sul Lago d’Iseo si riferiscono ad alcuni ritrovamenti di palafitte a Sarnico, ma il popolo
che ha lasciato più testimonianza di sé in Valcamonica è quello degli antichi Camuni, una popolazione del
primo millennio a.C. specializzata nell’arte rupestre: i celebri pitoti della Valcamonica incisi su enormi massi
raccontano la vita quotidiana di questi uomini.

Scendendo verso la zona lacustre si possono incontrare zone di grande interesse naturalistico come la
Riserva delle Torbiere, custode di un ecosistema di acque, fauna e flora locale, e l’antica Via Valeriana,
che attraversa la vallata ed esplora tutta la sponda bresciana del lago, una splendida strada panoramica a
strapiombo sullo specchio d’acqua da Lovere a Sarnico.
Sul versante orientale si assiste ad un altro spettacolo naturalistico con le distese di vigneti, frutteti e
oliveti, e lo splendore delle tre isole lacustri, Monte Isola in primis, l’isola lacustre più grande d’Europa,
percorribile solo a piedi, in bici o in autobus, affiancata dalle piccole ma spettacolari Loreto e San Paolo.

Da Maggio a Settembre la principale attività del Lago è il turismo, affiancando alla bellezza del paesaggio
e alle tipicità enogastronomiche anche numerose manifestazioni, come le regate veliche, i concerti,
le mostre-mercato e le serate danzanti. Per gli sportivi ci sono tante strutture ricettive che offrono la
possibilità di praticare nuoto, windsurfing, pesca, attività subacquee e vela.

Il Lago d’Iseo, un vero gioiello a due passi dalla città di Brescia.

 

VALCAMONICA

Una delle valli più estese delle Alpi centrali fa da sfondo alla Maratona dell’Acqua: è la Valcamonica con le
sue montagne che si infrangono sulle sponde del Lago d’Iseo. Estesa per circa 100 km questa valle parte dal
Passo del Tonale e termina proprio sulle sponde del Lago nei pressi della Corna dei Trentapassi a Pisogne e
tranne che per una manciata di comuni è tutta sotto la giurisdizione della Provincia di Brescia.

Un territorio dalle mille risorse con paesaggi naturalistici di rara bellezza e varietà. Fitte distese boschive si
intrecciano a montagne rocciose passando per vallate verdeggianti. Una grande alternanza di paesaggi per
soddisfare diversi interessi: sciare al passo del Tonale, a Montecampione, o fare lunghe passeggiate nei due
parchi della zona, Parco Nazionale dello Stelvio e Parco dell’Adamello.

Nominata patrimonio culturale dell’UNESCO, la zona conserva millenarie opere d’arte come le incisioni
rupestri, segno della presenza degli Antichi Camuni, popolazione abitante la zona nel I millennio a.C., e le
preziose opere di Romanino, pittore bresciano del XV secolo.

La Valcamonica conta numerosi borghi tra i più belli d’Italia, delle vere e proprie gemme incastonate nella
vallata che non deluderanno nemmeno i golosi, date le grandi risorse enogastronomiche che per tradizione
caratterizzano il territorio, come gli ottimi formaggi e i salumi nostrani.

LA FRANCIACORTA

La Franciacorta è una piccola zona collinare, 240 kmq a metà tra la città di Brescia e il Lago d’Iseo. È un
territorio ideale per la coltivazione della vite, grazie al clima mite ed alla ricchezza di elementi minerali,
sabbia e ghiaia che in tempi lontanissimi il ghiacciaio della Valcamonica, ritirandosi, ha lasciato in dono.

Il nome “Franciacorta” è per un verso legato alla leggenda secondo cui Carlo Magno, che pose il suo
accampamento a Rodengo Saiano dopo aver conquistato Brescia longobarda nel 774, decretò il nome
di "piccola Francia" per tutta la zona. Gli studiosi propendono però nel credere che la vera origine derivi da
“francae curtes”, le piccole comunità di monaci benedettini che nel Medioevo bonificavano e coltivavano
queste terre.

Pare che già nel XIV in Franciacorta si facesse un vino frizzante ed amabile, ancor prima dell’invenzione
dello Champagne!

Oggi la Franciacorta è rinomata nel mondo per il suo vino e questa tradizione è portata avanti da oltre
cento cantine, tutte di ottimo livello e molte meritevoli di una visita per la bellezza del luogo e per lo charme
dell’architettura.

Tra le mete culturali, imperdibile il Monastero Cluniacense di San Pietro in Lamosa dell’anno Mille, un
luogo dal fascino straordinario, che si affaccia sulla Riserva Naturale delle Torbiere del Lago d’Iseo. Ospita
di frequente manifestazioni culturali, musicali ed enogastronomiche. Da qui partono i percorsi pedonali
attraverso la Riserva, che in primavera ed estate incanta per la fioritura delle ninfee e per le tante sfumature
di colore dei suoi specchi d’acqua.

La tradizione del vino in Franciacorta è andata di pari passo con la tradizione culinaria: non vi basterà un
week end per assaporare i manicaretti degli abili chef franciacortini, sia gli stellati sia i gestori delle ottime
trattorie che è facile trovare tra Brescia e il Sebino, passando per la Franciacorta!

E anche gli amanti dello shopping saranno accontentati: a parte i negozi deliziosi che si possono scovare ad
Iseo e dintorni (senza dimenticare i bei negozi della città di Brescia), a Rodengo Saiano la meta ideale per
chi è caccia di affari è l’Outlet Franciacorta.

Resta connesso

Maratona della Franciacorta
18,19,20 Luglio 2014
  Brescia
Art Marathon
15 marzo 2015